Ronaldo, alla Sata di Melfi incrociano le braccia soltanto in cinque

MELFI- Aveva fatto discutere lo sciopero proclamato dall’Usb per oggi alla Fca-Sata di Melfi. Un’iniziativa per protestare contro l’acquisto milionario di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus e accostato alla situazione economica degli operai Fca. Uno sciopero strumentale e proclamato solo per avere un po’ di pubblicità, lo avevano subito bollato gli altri sindacati che hanno rappresentanza Rsa nella fabbrica scommettendo su una partecipazione pari allo zero virgola. E così è stato. Ieri infatti, proprio in concomitanza tra l’altro con la presentazione ufficiale di Cr7, lo sciopero si è rivelato un buco nell’acqua.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”