San Carlo, condannato a 9 anni e mezzo l’orco accusato di aver violentato due minori

POTENZA – Il tribunale di Potenza ha condannato a 9 anni e mezzo di reclusione D. T., un 45enne di un paese del Potentino, con l’accusa di aver violentato due minorenni, uno all’interno della comunità educativa dove era ospitato e in un secondo momento anche nella stanza del reparto di pediatria dell’ospedale San Carlo di Potenza, dove il ragazzino era ricoverato, e l’altro nel suo letto dopo averlo convinto a dormire con lui mentre nella stessa casa era presente anche la mamma dell’adolescente (già condannata in primo grado a due anni per non aver fatto nulla per impedire gli abusi). Per i due episodi contestati inizialmente l’uomo è stato condannato a cinque anni e mezzo mentre i restanti 4 anni della pena sono stati comminati (in abbreviato) per altri episodi emersi durante la testimonianza resa da uno dei due minorenni durante il processo. L’orribile storia dei presunti abusi ai danni di due adolescenti che già dovevano fare i conti con un contesto familiare difficile risale al 2010.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”