15 Oct 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Sanità, al Crob il farmaco antitumorale “Lutezio”

Sanità, al Crob il farmaco antitumorale “Lutezio”

RIONERO-Nel mare delle polemiche e delle tensioni legate alla riconferma della certificazione Irccs per il Crob di Rionero arriva una buona notizia. L’unità operativa complessa di Medicina Nucleare dell’Irccs Crob è stata identificata infatti, quale unico centro proscrittore in Basilicata del radiofarmaco lutezio oxodotreotide (Lutathera). Il radiofarmaco è stato autorizzato dall’Agenzia Italiana del Farmaco, Aifa, lo scorso aprile per la commercializzazione e l’utilizzo, ed aveva già ottenuto l’approvazione della Agenzia Europea del Farmaco. Si tratta di un radiofarmaco innovativo che è indicato per il trattamento dei pazienti adulti con tumori neuroendocrini gastro-enteropancreatici ben differenziati, progressivi, non operabili o metastatici, positivi ai ricettori per la somatostatina. Il primo paziente della Regione Basilicata, un uomo lucano di circa 60 anni, è stato trattato ieri mattina in regime di ricovero protetto nella Medicina Nucleare dell’Irccs Crob. Il radiofarmaco in questione viene somministrato per via endovenosa e il ricovero dura in genere due giorni.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”