Sanità, ospedale di Melfi: il “metodo Barresi” colpisce ancora

MELFI- Rimosso, punto. Senza alcuna motivazione. Nessun provvedimento disciplinare che in qualche modo potesse giustificare un atto così forte.

Tutto questo mentre è in atto il concorso per selezionare il responsabile sanitario della struttura, procedura che richiederà diversi mesi per l’espletamento. Scoppia così il caso Martino, facente funzioni all’ospedale di Melfi, sostituito, per giunta, da un part-time.

Da questa mattina e per appena tre volte a settimana, si insedierà il nuovo dirigente della direzione medica del San Giovanni di Dio. E sul banco degli imputati, naturalmente, sale ancora una volta il direttore generale dell’Aor San Carlo Massimo Barresi, le cui decisioni già da tempo hanno fatto storcere il naso e prodotto una profonda spaccatura con i medici. A denunciare la gravità di quanto accaduto è stato il sindaco della città federiciana Livio Valvano, che ora chiede l’intervento dell’assessore regionale al ramo Rocco Leone. Ma fino a ieri, nessuno si è fatto vivo. “Spero di poterne parlare il prima possibile con l’assessore Leone perché è stata scritta – ci ripete – una brutta pagina”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”