Sanità privata, vertenza appesa a un filo

POTENZA – Sanità privata, ancora nessuna soluzione da parte della Regione in occasione dell’incontro di lunedì scorso con le strutture sanitarie accreditate. A rischio quasi 600 posti di lavoro e le prestazioni erogate ai cittadini.

Dopo lo stop delle prestazioni durato dieci giorni, le sigle riunite nel comitato dell’Unità di crisi a partire da giovedì scorso hanno ripreso le attività in regime di convenzione con il sistema sanitario regionale, data la disponibilità assicurata dal presidente Bardi di garantire la copertura delle spettanze relative alle ultime tre mensilità dello scorso anno. Ma nell’ultimo incontro da Bardi nessuna data precisa salvo aver ribadito di essere al lavoro per trovare una soluzione. Se ne parlerà in un tavolo convocato tra sette giorni