Sanitopoli, oggi a Matera la sentenza di primo grado

MATERA – A quasi tre anni e mezzo di distanza dal blitz dell’estate del 2018 con l’operazione il “Suggello” che aveva provocato un terremoto politico-giudiziario nella nostra regione, oggi è il giorno della sentenza di primo grado relativa all’inchiesta “Sanitopoli”. Il pubblico ministero del tribunale di Matera Salvatore Colella, lo scorso 22 settembre, aveva chiesto condanne comprese tra 1 anno e 4 mesi e 6 anni e 6 mesi per 18 dei 20 imputati complessivi.

Un’inchiesta che vede coinvolto l’ex presidente della Regione Marcello Pittella per il quale l’accusa ha chiesto una condanna pari a tre anni. Coinvolti anche l’ex dg Asm Pietro Quinto, l’ex commissario dell’Asp Giovanni Berardino Chiarelli e l’ex direttrice amministrativa dell’azienda sanitaria di Matera Maria Benedetto.

Secondo l’accusa sarebbero stati favoriti candidati “raccomandati” attraverso l’alterazione dei punteggi a tavolino da parte dei responsabili della commissione sulla base di precise indicazioni arrivate proprio da ambienti politici.