Scanzano jonico, incappucciati e armati si portano via l’incasso

SCANZANO JONICO – Ancora territorio jonico sotto assedio dei malviventi. Attimi di terrore ieri mattina alla filiale in via Rossini, della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, nei pressi della stazione ferroviaria di Scanzano Jonico dove due uomini con il viso coperto da un passamontagna hanno fatto irruzione nell’istituto di credito.

Erano circa le 9,30 quando i due si sono introdotti nella sede dell’istituto di credito seminando il panico. Dopo aver minacciato i dipendenti hanno portato via l’incasso custodito nella cassaforte. Nessuno è rimasto ferito, solo tanta paura per i clienti presenti in quel momento nella banca. Secondo quanto si è appreso i malviventi sono fuggiti con un’Opel Corsa grigia che è stata poi abbandonata al rione Santa Sofia del centro jonico e sono fuggiti a piedi riuscendo così a far perdere le loro tracce con un bottino di circa 3 mila euro. Sull’episodio indagano i Carabinieri della Compagnia di Policoro guidati dal capitano Chiara Crupi. Determinanti in questi casi sono le verifiche delle immagini delle telecamere a circuito chiuso installate all’interno e all’esterno della banca. Quella messa a segno nella mattinata di ieri a Scanzano Jonico è la sesta rapina subita dall’istituto di credito negli ultimi anni, la precedente il 30 luglio scorso.