Sempre meno lucani, nell’anno del Covid persi 5.600 residenti

POTENZA – Una Basilicata che si svuota sempre più, con un costante decremento anche delle nascite. Non poteva andare diversamente, considerata la pandemia e gli effetti prodotti a livello mondiale. Non solo di tipo economico, come purtroppo prevedibile. A leggere l’aggiornamento degli indicatori demografici effettuato come di consueto dall’Istat per il 2020, nessun territorio è sfuggito al calo demografico ma la Basilicata resta tra le regioni che continua a spopolarsi con maggiore velocità. 5.600 i lucani in meno rispetto all’anno prima. 547.600 gli attualmente residenti contro i 553mila di dodici mesi fa. A livello provinciale, il Potentino si spopola più velocemente rispetto al Materano.