Serie C, danni al Viviani. Il presidente della Lega Pro: “Inaccettabile”

POTENZA – “E’ inaccettabile rovinare una festa dello sport con migliaia di tifosi e tante famiglie sugli spalti”. Sono le prime parole di Francesco Ghirelli, presidente Lega Pro, dopo aver appreso che, dopo il derby tra Potenza e Matera, sono stati distrutti i servizi igienici, divelte le porte e imbrattati i muri. “Non è accettabile che l’immagine di una partita, di un derby contraddistinto da una sana competizione – continua Ghirelli – venga macchiata da “delinquenti” che vogliono distruggere la magia del calcio e del campionato serie C delle tradizioni. Auspico che il Matera Calcio applichi quanto previsto dalla normativa e applichi il codice di gradimento come hanno fatto altri club di Lega Pro, con il divieto di ingresso allo stadio di chi “distrugge “ il calcio, e che la giustizia faccia il suo corso. Se il Comune di Potenza farà richiesta danni, se ci sono gli elementi, la Lega Pro sarà al fianco del Comune di Potenza”. “La Lega Pro sta lavorando in sinergia con l’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive – conclude Ghirelli– affinché gli stadi siano luoghi di sport per la tifoseria sana. Sulle regole non ci sarà mediazione”.
GIUDICE SPORTIVO. Il derby costerà 1500 euro sia al Matera che al Potenza. Ai biancazzurri per lancio di fumogeni in campo da parte dei tifosi e per i danni provocati ai servizi igienici del loro settore. Ai rossoblù per l’esplosione, sempre da parte dei tifosi, di quattro petardi. L’espulsione costa a Caiata un richiamo con ammonizione, mentre l’unico squalificato è corso del Matera.