Serie C, il Potenza soffre e la riprende con Vuletich

RIETI – Un Potenza diverso dal solito quello che ieri, allo Scopigno di Rieti, ha pareggiato 1-1 con l’ultima in classifica. Sfortuna, campo pesante, ma anche disorientamento per il cambio modulo avversario. Pareggio che frena i lucani e rilancia gli amarantocelesti dopo una crisi che è iniziata in avvio di campionato e si è acuita a Caserta, con un sonoro 6-1 che ha riacceso orgoglio e idee della banda di Mariani. Il pareggio ottenuto a Rieti con il vantaggio di Marcheggiani nel primo tempo e il pari di Vuletich a metà ripresa, il tecnico del Potenza, Giuseppe Raffaele, vuole metterselo alle spalle subito per pensare alla Sicula Leonzio: “Nel primo tempo abbiamo avuto sempre la gestione della palla, abbiamo peccato nelle ultime giocate di finalizzazione. Ci siamo trovati in svantaggio con questo tiro e la gara si è messa in salita – è il lucido riassunto del tecnico rossoblù – Siamo andati negli spogliatoi sotto nel risultato ma non dal punto di vista di volerla riprendere. Abbiamo trovato il pari e provato a vincerla, ma il campo era pesante (è piovuto molto, ndr) e la stanchezza s’è fatta sentire. In questo campionato per vincere bisogna lottare e combattere, senza sottovalutare nessuno.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Christian Diociaiuti