Serie C, melandrini contro galletti. Picerno: alza la cresta

PICERNO – Due formazioni alla ricerca della loro identità. La sfida di questa sera che vedrà il Picerno opposto al Bari potrebbe essere sintetizzata così. Tanto i rossoblu quanto i biancorossi sono reduci da risultati altalenanti e da prestazioni poco convincenti che in qualche modo ne hanno minato le certezze delle prime giornate (per il Picerno, nda) o hanno deluso le aspettative (nel caso del Bari, nda). Per questo la sfida del “Viviani” di questa sera (alle 20,45) diventa un crocevia importante e delicato per entrambe le squadre. Il Picerno è reduce dalla brutta sconfitta di Vibo Valentia, soprattutto perché la squadra di mister Giacomarro ha palesato anche contro i calabresi una tendenza a complicarsi la vita da soli con approcci alle partite non brillantissimi che ne hanno condizionato lo svolgimento. Nelle ultime tre gare, un solo punto conquistato dai rossoblu, che hanno perso contro Avellino e Vibonese con la medesima “modalità” ovvero quella di essere andata sotto di due reti nel primo quarto d’ora del match. Solo contro la Casertana i melandrini dopo lo svantaggio sono in qualche modo riusciti a portare a casa almeno un punto. Una frenata rispetto all’avvio di campionato evidente rispetto all’avvio di stagione dove il Picerno aveva messo insieme 7 punti nelle prime tre gare, 1 solo nelle successive tre.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano