Serie C, Melli si racconta: “A Picerno si corre molto e ci si diverte”

PICERNO – Dai colli bolognesi alle montagne lucane. Da pochi mesi Lorenzo Melli è arrivato a Picerno, ma a suon di prestazioni si è preso una maglia da titolare sulla fascia destra e non ha intenzione di mollarla così facilmente. L’esterno di centrocampo, fortemente voluto da mister Giacomarro in estate per puntellare la rosa melandrina, ha parlato di quelli che sonono i primi mesi in Basilicata a 360°, ospite a La Nuova Tv nella trasmissione del lunedì, “Stop & Gol”. Parte dal suo approccio con una terra a lui finora “sconosciuta: “Picerno è una piccola realtà ma si sta benissimo. La società non ti fa mancare niente e ti mette nelle condizioni ideali per lavorare. Sai che devi solo pensare ad allenarti e a giocare, poi i tifosi e la gente sono spettacolari. Ti incontrano per strada, ti offrono il caffé e ti incoraggiano sempre e ti stanno vicino”. Una carriera in cui Melli ha assaggiato la C con la Lucchese, prima di fare tanta gavetta tra i Dilettanti e ora gli si presenta una chance importante: “Per me che vengo dalla Serie D, una chiamata dalla Serie C era il massimo. Mi ha chiamato il mister in estate e ho accettato al volo senza pensarci su due volte. Per me è una occasione unica, ma spero che sia un punto di arrivo e non di partenza. Sono un ragazzo ambizioso e spero di crescere ancora”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano