Serie C, Mitro: “Niente figurine, nel mio Picerno solo gente che ha fame”

PICERNO – Determinazione, voglia e fame. Sono questi gli ingredienti del momento positivo del Picerno che domenica scorsa ha vinto e convinto soprattutto contro una delle squadre meglio attrezzate della categoria, il Teramo.

Una prestazione che a detta di tutti è stata la migliore della stagione. Una squadra in crescita sia dal punto di vista tecnico che sotto il profilo della personalità e della convinzione nei propri mezzi. Del momento del Picerno e della vittoria contro il Teramo, con polemiche sollevate dal tecnico degli abruzzesi Tedino annesse, ne ha parlato il direttore generale rossoblu, Enzo Mitro. “Contro il Teramo devo dire – ha esordito il diggi – che mi sono emozionato. I ragazzi hanno fornito una prestazione veramente importante sia dal punto di vista tecnico, sia sotto il profilo della voglia e della determinazione. Nella settimana precedente alla partita mister Giacomarro aveva parlato con i calciatori ponendo l’accento sull’aspetto anche agonistico. Per battere una squadra come il Teramo c’era bisogno anche di applicazione e grande spirito di sacrificio e i ragazzi hanno risposto alla grande in campo correndo dal primo al 90’ minuto”. Nonostante la vittoria apparsa ampiamente meritata dal Picerno, mister Tedino ha sollevato dubbi su qualche episodio sul quale l’arbitro avrebbe sbagliato come in occasione della concessione del calcio di rigore o una conduzione di gara definita dallo stesso tecnico biancorosso “intimidatoria”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano