Serie C, Potenza: lacrime d’addio per Franca. In panchina Somma

POTENZA – La fine di un ciclo e l’inizio di una nuova era. Ieri è partito “il Potenza 2.0” per dirla con le parole del presidente rossoblù Salvatore Caiata. Ma come spesso accade quando si volta pagina, ci saranno nuovi arrivi ed inevitabilmente si consumeranno degli addii.


FRANÇA ADDIO
RAFFAELE VA
SOMMA ARRIVA

La tristezza è per l’addio a Carlos França che dopo tre anni ha deciso di lasciare il Potenza. “Credo di poter dire di aver portato a Potenza l’attaccante più forte della storia del club” ha commentato con evidente commozione il presidente Caiata che ha poi lasciato la parola all’attaccante. “Ringrazio la città, i tifosi e la società per l’affetto ricevuto in questi anni-ha dichiarato il bomber brasiliano con le lacrime agli occhi-. Qui ho vissuto gli anni più belli della mia carriera e della mia vita”.

La commozione lascia il posto allo sguardo verso il futuro. Il dopo Giuseppe Raffaele, andato a Catania, è rappresentato da Mario Somma. L’allenatore pontino nei prossimi giorni firmerà un contratto annuale più opzione per il secondo. Conferma arrivata dalla voce dello stesso Caiata: “Ho l’onore ed il piacere di annunciare che Somma sarà l’allenatore del Potenza per la prossima stagione”. Lo stesso numero uno del leone rampante ha rivelato un retroscena: “L’ho chiamato un giorno alle sette del pomeriggio, alle undici di sera era a Potenza e siamo rimasti con Maurizio (Fontana, nda) e Tonino (Iovino, nda) a parlare di calcio fino alle 4 del mattino. E’ un tecnico in cui crediamo fermamente per le sue doti di motivatorem quelle umane oltre che per la preparazione tecnica. E’ uno che ti trasmette entusiasmo e poi il suo curriculum parla per lui, ha vinto i campionati di C e B. Ha allenato in A ed è la prima volta che un allenatore di Serie A viene ad allenare il Potenza”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano