Serie C, Potenza ripreso su rigore. E’ parità al Massimino

CATANIA – Il pari del rimpianto. Il Potenza non riesce a superare il Catania a fronte di una buona prestazione e di un atteggiamento coraggioso, espresso soprattutto nel primo tempo.

I rossoblù non sono riusciti, nella ripresa, a sfruttare un paio di buone occasioni confezionate e non concretizzate da Ferri Marini e Coccia. Considerando le pesanti assenze di Emerson e Ricci, il risultato e la prestazione possono essere accettati con soddisfazione per guardare con serenità al futuro. L’unico aspetto poco confortante, prodotto da questo pareggio, riguarda la classifica poichè Reggina, Bari e Ternana hanno vinto allungando proprio nei confronti della squadra di Raffaele. La partita del Massimino ha visto un predominio etneo, almeno nella prima parte di gara, con la squadra di Lucarelli più pimpante e in grado di spaventare Ioime. L’eco degli incidenti avvenuti in terra lucana prende il sopravvento sui commenti finali. Negli spogliatori, nel dopopartita, più che il risultato del Potenza, a tenere banco è la notizia del tifoso della Vultur deceduto negli scontri con le opposte fazioni, un argomento che finisce per oscurare i commenti a fine gara dei protagonisti.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”