Serie D, Poule Scudetto: Picerno ko, ma è comunque festa

PICERNO- Si conclude con una sconfitta la stagione del Picerno. Lo 0-1 contro l’Avellino decreta la fine della corsa verso lo Scudetto dei Dilettanti, ma poco male. La stagione dei rossoblu rimane stratosferica nonché storica. Dopo il pareggio al San Nicola contro il Bari, i ragazzi di mister Giacomarro erano costretti a vincere contro la formazione di Bucaro e già dai primi minuti hanno cominciato a spingere il piede sull’acceleratore chiudendo l’Avellino nella propria metà campo. Ma i campani trovano la via del gol nel finale: dalla bandierina, palla in mezzo per la testa di De Vena che insacca. Si conclude con una sconfitta casalinga contro l’Avellino, l’avventura del Picerno nella Poule Scudetto. Un rammarico subito accantonato con la festa per la vittoria del girone H serie D, pass per il traguardo storico che vedrà la squadra lucana al passaggio diretto in Lega Pro, nel calcio che conta. Grandi ovazioni sono arrivate per tutti i giocatori con un grande affetto riservato per il capitano Esposito, proclamato miglior giocatore della serie D – girone H, una soddisfazione per lo stesso giocatore: “Ringrazio tutti i tifosi del Picerno, società e compagni che mi hanno permesso di arrivare a questo traguardo, dopo la vittoria del campionato, abbiamo sfiorato anche la poule scudetto, e oggi questo bellissimo premio. Sono felice per il premio ricevuto, spero di dare tante soddisfazioni a questo paese che ha sempre riservato tanto affetto per me. Ora dobbiamo solo goderci la festa, e ritrovarci l’anno prossimo al top per iniziare una nuova avventura che sarà per tutti noi un debutto assoluto nel calcio che conta”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano

di Rocco Galasso