Si inasprisce la vertenza Elettra: “Il 50% dei lavoratori in Cig ma si estraggono lo stesso 70mila barili al giorno”

Continua la vertenza dei lavoratori Elettra per il ripristino degli accordi “sottoscritti e non rispettati” dall’azienda. Da stamattina alle 05.30 i lavoratori sono in presidio e in assemblea permanente davanti alla sede dell’azienda. <La vertenza – evidenziano in una nota Fim, Fiom e Uilm – non riguarda solo l’aspetto economico, ma più complessivamente il degrado della questione petrolio in Basilicata a partire dalla strumentale riduzione drastica delle attività di manutenzione e ambientali. Circa il 50% dei lavoratori interessati è in cassa, nel mentre si continua la normale estrazione (circa 70.000 barili/giorno)>. <I meno“fortunati” – evidenziano ancora i sindacati – hanno perso o perderanno a breve il lavoro e ciò è dovuto alla crescente precarietà dei contratti e alla estrema frammentazione delle attività appaltate>. Per queste ragioni Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato per domani uno sciopero di 3 ore di tutti i lavoratori metalmeccanici del Centro oli di Viggiano.