Sicurezza: i tre reati che mettono più ansia. Scippi, furti d’auto e in casa

POTENZA – La percezione del rischio di criminalità tra i cittadini lucani nel giro degli ultimi sei anni è aumentata e in alcune categorie sociali è diventata un’ “autentica preoccupazione”. Il furto in abitazione è il reato che mette maggiormente in ansia, subito dopo il furto dell’auto e lo scippo-borseggio. E’ l’indagine Istat sulla ”Sicurezza dei cittadini” a fornire un quadro articolato di indicatori sull’allarme dei lucani che temono di subire reati e sulle relative conseguenze e sul livello di degrado socioambientale della zona in cui si vive. Il primo dato che salta con evidenza: nel 2015- 2016 si stima che il 27,6% dei cittadini si ritiene poco o per niente sicuro uscendo da solo di sera, per il 38,2% la paura della criminalità influenza molto o abbastanza le proprie abitudini.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Arturo Giglio