8 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Spiagge, solo il 28% delle coste lucane occupate da stabilimenti balneari

Spiagge, solo il 28% delle coste lucane occupate da stabilimenti balneari

POTENZA – Sempre meno spiagge libere in Italia, ma la Basilicata va in controtendenza con meno di un terzo della costa sabbiosa occupata da stabilimenti balneari, campeggi, circoli sportivi e complessi turistici. La nostra regione, secondo l’ultimo rapporto diffuso da Legambiente, fa registrare una delle performance migliori insieme a Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Sardegna e Sicilia. Lungo i 44 km di spiagge in Basilicata tra mar Jonio e mar Tirreno, il 72,9% è occupato da spiagge libere e solo il restante 28,1% da strutture attrezzate. 102 le concessioni per stabilimenti balneari e dieci quelle per campeggi, circoli sportivi e complessi turistici. Numeri decisamente più contenuti rispetto all’allarmante scenario nazionale: in media circa il 42% delle coste sabbiose italiane è occupato da stabilimenti balneari – oltre 50 mila in totale. Ma in alcune regioni la percentuale è ancora più alta: 69,8% in Liguria, 67,7% in Campania, 61,8% nelle Marche, 51,7% in Toscana.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”