Stretta sui controlli nei comuni in zona rossa

POTENZA – Sarà potenziato il monitaraggio del territorio da parte delle forze, nell’ambito dei comuni lucani in zona rossa.

Si è riunito ieri il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica alla presenza del prefetto Vardè, dei vertici delle forze dell’ordine e dei sindaci dei comuni in zona rossa. Sarà garantito un monitoraggio costante da parte di carabinieri e polizia dalle 7 alle 23. Disposto l’impiego del “Reparto Prevenzione Crimini Basilicata” nei comuni interessati e con turni specifici. Ribadito il divieto di uscire di casa se non per comprovate esigenze/urgenze, e il divieto di stazionare davanti ai pubblici esercizi. Previsto anche il supporto concreto ai medici nella campagna vaccinale. Su questo tema i sindaci hanno chiesto di replicare anche per gli over 70 il modello utilizzato per la campagna delle vaccinazioni destinate ai cittadini over 80. Ovvero 131 punti vaccinali quanti sono i Comuni della Basilicata. Evidenziate inoltre le criticità rilevate in ordine al tracciamento dei contagi. I primi cittadini hanno chiesto maggiore tempestività nei tamponi.

Maggiori dettagli sull’edizione cartacea de La Nuova del Sud di oggi, mercoledì 21 Aprile