16 Oct 2019
BREAKING NEWS
Home / Politica  / Taglio dei parlamentari, anche i lucani votano al “dimezzamento” della Basilicata

Taglio dei parlamentari, anche i lucani votano al “dimezzamento” della Basilicata

POTENZA – Maggioranza bulgara doveva essere e così è stato. Tutto come previsto – anche per quanto riguarda la pattuglia lucana alla Camera – il voto finale del disegno di legge costituzionale sul taglio dei parlamentari, che riduce il numero dei deputati da 630 a 400 e quello dei senatori da 315 a 200, in aggiunta al taglio dei seggi dei deputati (da 12 a 8) e dei senatori (da 6 a 4) eletti all’estero. La ”riforma Fraccaro”, dal nome dal sottosegretario pentastellato alla presidenza del Consiglio, diventa legge (553 voti a favore, 14 contrari e due astenuti) e cambia il rapporto numerico di rappresentanza sia alla Camera dei deputati (1 deputato per 151.210 abitanti, mentre oggi era 1 per 96.006 abitanti) sia al Senato (1 senatore per 302.420 abitanti, mentre oggi era 1 ogni 188.424 abitanti). Ma svilisce anche la rappresentanza dei lucani a Roma che passa dagli attuali 13 a soli 7 parlamentari, con i senatori che vengono tagliati da 7 a 3 (con una percentuale del -57,1% contro una media del -36,5 che, insieme all’Umbria, non ha eguali per nessun’altra regione), e i deputati da 6 a 4.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto