Tempa Rossa, i sindaci alzano la voce contro Total e Regione

CORLETO PERTICARA – Non sembra essere nata sotto una buona stella la difficile convivenza tra le comunità della valle del Sauro e il Centro Oli “Tempa Rossa” della Total. Le prove di esercizio vanno avanti ormai da diversi mesi, ma ancor prima di andare a regime i problemi da affrontare sembrano essere già più di qualcuno. Almeno a giudicare dalle lamentele dei sindaci dell’area che per sabato 17 ottobre alle ore 11 hanno annunciato una manifestazione di protesta (nel rispetto delle prescrizioni anti-Covid) davanti ai cancelli del Centro Oli per “dire basta al mancato rispetto degli impegni assunti da Total e dalla Regione su controllo impianti, tutela ambientale ed occupazione”.

Il Centro Oli di Tempa Rossa

I primi cittadini chiamano quindi in causa anche l’ente regionale, chiamato a fare da garante sugli impegni assunti dalla multinazionale francese. La questione che senza dubbio più delle altre continua a tenere in apprensione le comunità della valle riguarda gli odori molesti che continuano ad arrivare dall’impianto di Corleto Perticara: “Sono ormai due mesi – scrivono in una nota congiunta i sindaci – che quasi ogni giorno, in molti dei comuni della concessione, si avverte un cattivo odore, simile a quello tipico delle uova marce, accompagnato da insofferenze di alcuni cittadini che hanno denunciato lacrimazione agli occhi e rossori al viso. Vari comuni (Accettura, Corleto, Cirigliano, Gorgoglione, Guardia Perticara, Oliveto, Stigliano) hanno segnalato l’accaduto all’Assessore regionale all’Ambiente e alla Total, chiedendone i motivi ma, ad oggi non è pervenuta alcuna risposta concreta. Stanchi di aspettare riscontri alle istanze sollevate, i sindaci hanno deciso di alzare la voce con una chiara azione di protesta e mobilitazione.