Terapia Intensiva, Roma manda il viceministro Sileri. Faccia a faccia con Bardi

POTENZA- La Terapia intensiva del San Carlo, un capro espiatorio di ritardi e mancanze altrui.

Una gestione dell’emergenza Covid-19 caratterizzata da luci e ombre se buona parte della società civile lucana si è mobilitata per cercare di ricevere delle spiegazioni. Soprattutto dopo le morti improvvise e inaspettate di due pazienti Covid, arrivati nell’ospedale potentino dopo giorni e giorni in attesa di un tampone.

Tempi troppo lunghi dell’emergenza, pur essendo la Basilicata di fronte a numeri decisamente ridotti rispetto le altre regioni d’Italia. Di questo si discuterà oggi in viale Verrastro dove è attesa la visita istituzionale del viceministro alla Sanità, Pierpaolo Sileri (M5s). Il numero 2 del ministro Roberto Speranza sarà in Regione alle 11:30 per incontrare, in una faccia a faccia riservato, il presidente Bardi e il prefetto Vardè e successivamente si recherà al San Carlo, dove da qualche giorno è esploso il “caso” Terapia Intensiva.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola