Total, ecco cosa chiedono sindaci e sindacati

POTENZA – Transizione energetica, sviluppo, sicurezza, servizi, occupazione, indotto e piccole e medie imprese: ruota attorno a questi sette assi la bozza di protocollo e di sito stilata da Cgil, Cisl, Uil e dai sindaci dei Comuni ricadenti nella concessione Tempa Rossa (documento condiviso anche dalla Regione Basilicata) che sarà portata al tavolo decisivo con la multinazionale per la firma dei contratti e la ripresa delle prove di estrazione.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa prevedono i sette assi individuati nella bozza di protocollo.
FUTURO NO-OIL
A Total sindaci e sindacati chiedono in primis di valorizzare il patrimonio minerario presente in Basilicata “nel pieno rispetto del contesto ambientale e della vocazione imprenditoriale del territorio”, ma allo stesso tempo di pensare già ad una transizione energetica. “Total si deve impegnare a perseguire programmi di investimento nel territorio regionale che prevedono non solo il completamento degli impegni pregressi ma soprattutto definire linee strategiche e di investimento nello sviluppo sostenibile ed alternativo verso la transizione energetica”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito