Trappola social, si fa inviare foto intime e poi ricatta due minorenni

POTENZA- E’ accusato di aver adescato sui social due minorenni (entrambe all’epoca dei fatti avevano meno di 14 anni) e di averle indotte a compiere atti sessuali consistiti nel denudarsi e scattarsi foto delle parti intime.

Scatti che, successivamente, un 21enne residente in un centro del Vulture-Melfese si sarebbe fatto inviare e in un secondo momento avrebbe costretto le ragazzine a rapporti sessuali orali, dietro la minaccia di rendere pubbliche gli scatti che erano in suo possesso. Un quadro accusatorio molto pesante per il giovane che rischia di finire a processo. Avrebbe inoltre cercato di adescare anche un’altra ragazza…