Tredicenne aggredita a Potenza, individuati alcuni componenti della “baby-gang”

POTENZA- Sarà ascoltata dal magistrato del tribunale dei minori, incaricato di coordinare le indagini, la 13enne rimasta vittima dell’aggressione subita da parte di un gruppo di adolescenti in pieno centro storico a Potenza. Gli accertamenti, affidati alla Squadra mobile della Polizia del capoluogo di regione, avrebbero già consentito di identificare alcuni dei ragazzi che hanno preso parte all’agguato organizzato dall’ex fidanzatino della minorenne. Si tratta di amici – tutti minorenni, alcuni dei quali risultano risiedere in un comune alle porte della città – ingaggiati dal giovane, che dopo la separazione ha voluto vendicarsi.

A far parte del gruppo, a quanto pare piuttosto numeroso, vi erano anche alcune ragazzine. Sarebbero state proprio loro ad aggredire la 13enne dopo averla pedinata dal suo arrivo, attraverso gli ascensori, in via Pretoria, costringendola in seguito ad imboccare un vicolo più nascosto del tratto pedonale cittadino, dove l’avrebbero circondata per poi accanirsi contro di lei. Afferrata più volte alla gola, la vittima stava per essere strangolata. (Maggiori dettagli sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”)