Truffe, anziana raggirata da due campani a Matera: arrestati

MATERA- Avevano finto la consegna di un computer ordinato dal nipote ma nella confezione consegnata sono stati ritrovati solo due pacchi di riso.

Non è durata a lungo la latitanza dei due campani ritenuti responsabili della truffa perpetrata ai danni di una 86enne materana. Agenti della Questura di Matera hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa della custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Gennaro D’alterio, quarantaduenne e Luca Mauro, trentotto anni, entrambi di Napoli e con precedenti di polizia, accusati di truffa aggravata in concorso, in danno di persone anziane. L’arresto giunge al termine di un’intensa attività promossa nell’ambito della campagna di prevenzione e repressione portata avanti dalla Questura di Matera per arginare tale fenomeno delittuoso. Le indagini che hanno condotto alla cattura dei due sono state compiute dalla Squadra Mobile di Matera che ha ricostruito meticolosamente le loro azioni criminali, circostanziate al momento in un episodio già accertato a Matera lo scorso novembre. Sono in corso ulteriori indagini per evidenziare altri coinvolgimenti in episodi analoghi anche alla luce dei numerosi telefonini sequestrati nel corso delle perquisizioni domiciliari. I particolari delle indagini che hanno condotto all’arresto sono stati illustrati ieri in questura.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”