23 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Uil, infrastrutture ai raggi X. Il punto sulle emergenze lucane, opera per opera

Uil, infrastrutture ai raggi X. Il punto sulle emergenze lucane, opera per opera

POTENZA- Il destino della Basilicata imbrigliato tra fascicoli polverosi rimasti chiusi per anni in qualche cassetto burocratico, tavoli mai convocati e poca sensibilità. Carmine Lombardi, segretario regionale Feneal-Uil, non ha dubbi a tal riguardo. La lunghezza delle procedure, sommata a una carenza programmatica e alla scarsa attenzione degli enti preposti, ha prodotto “un’emergenza infrastrutturale cronica”. “Noi però – si difende l’esponente sindacale a “Caffè di Traverso” al microfono di Mariolina Notargiacomo – abbiamo sempre incalzato, avanzando decine di richieste di convocazioni all’osservatorio dei lavori pubblici. Era l’unico strumento disponibile per pungolare Regione ed Anas, ma anche lo stesso ministero. Sempre nel tentativo di aggiornare le nostre opere infrastrutturali, senza le quali la Basilicata non può neanche immaginare il proprio futuro. Non è certo facendo transitare i tir attraverso un centro abitato – ha spiegato – che possiamo aspirare a farlo”. Il gap va colmato urgentemente. Le grandi direttrici sembrano distanti anni luce dal nostro territorio. “La Basentana non è ancora pronta ad agganciare la Caserta-Roma e non c’è una trasversale che ci consente facilmente di accedere all’Adriatica. Anche questo gap si traduce in spopolamento”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo