Unibas, esami e sedute di laurea sospese. E in caso di proroga spunta la modalità telematica

POTENZA- Esami e sedute di laurea rinviati. E’ una situazione in vai d’evoluzione tanto dal punto di vista del contagio, quanto a catena sulla vita sociale che riguarda tutti noi.

Università comprese, chiuse nelle zone rosse a partire da ieri, con attività sospese nel resto del paese. Eccezione fatta per i dottorandi la cui attività di ricerca va avanti. Attività didattiche sospese perciò anche per gli universitari di Basilicata.

«Al momento all’Unibas le sedute d’esame sono state temporaneameNte sospese – come ha evidenziato dalla rettrice, Aurelia Sole in una lettera inviata agli studenti. «In relazione all’emergenza sanitaria COVID-19- sottolinea Aurelia Sole- informo è stata predisposta la sospensione, fino al 15 marzo 2020, delle attività di didattica frontale in tutti gli atenei. Pertanto agli studenti non è consentito l’ingresso negli spazi dell’ateneo. Sono inoltre rinviate, fino alla stessa data, le sedute di laurea  e gli esami».Una situazionE particolarmente critica perciò per i laureandi, alle prese con la conclusione del percorso di studi, che significa precise scadenze da rispettare e documenti da dover consegnare. «Ma cosa succede adesso? Non riuscirò a laurearmi per aprile?». «E se non consegno la tesi come si fa? Avevo l’ultimo esame il 10 marzo adesso non potrò più laurearmi?». Sono solo alcuni degli interrogativi di numerosi studenti lucani imbrigliati- come tutti i colleghi sparsi in buona parte delle università italiane- in una situazione paradossale quanto critica.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola