Vaccinazioni, l’Anci sollecita Esposito: “Subito un tavolo. Sia garantita la trasparenza sulla consegna delle dosi ai medici di famiglia vaccinatori”

POTENZA – Il Consiglio Direttivo dell’Anci Basilicata ha richiesto al direttore generale del Dipartimento Salute della Regione Basilicata, Ernesto Esposito, la riunione del tavolo di lavoro, appositamente istituito il 30 marzo scorso, per conoscere nel dettaglio il piano vaccinale e definire le eventuali necessarie collaborazioni finalizzate innanzitutto ad incrementare il numero di vaccinazioni. L’Anci ritiene prioritario garantire la trasparenza sul numero di dosi in consegna ai medici di medicina generale. Sarebbe incomprensibile- evidenizano i sindaci-constatare una disparità di consegna dei vaccini ai medici e la non risoluzione dei problemi legati alla indisponibilità di alcuni di essi in diversi comuni. Tutto ciò determinerebbe una palese intollerabile iniquità tra territori e tra cittadiniche deve essere scongiurata. Vanno, inoltre, superati i problemi legati alla difficoltà dichiarata da parte di diversi medici di medicina generale di effettuare le vaccinazioni nei propri studi che non dispongono di locali idonei mettendo a disposizione i locali da parte dei Comuni, come già positivamente sperimentato con la vaccinazione degli ultra 80enni.

Nella lettera indirizzata ad Esposito l’Anci Basilicata richiama che “dopo il nostro incontro del 30 marzo si sono susseguite varie iniziative da parte della Regione sul fronte delle vaccinazioni. In quella occasione diversi sindaci manifestarono la necessità di mantenere, almeno per la fascia di popolazione d’età 70-80 anni, lo stesso modello di organizzazione vaccinale riservato agli ultra 80enni con punti vaccinali nei 131 comuni lucani che ha dato buoni risultati. .

“È evidente – conclude il Direttivo dell’Anci – che sono cambiate molte cose e che, pertanto, è necessario incontrarsi urgentemente per coordinarsi e soprattutto garantire la massima trasparenza del piano vaccinale”.