Vaccino antinfluenzale, la Cgil chiede di fare presto

POTENZA – Quando partirà la campagna vaccinale contro l’influenza in Basilicata? Nella provincia di Potenza vivono all’incirca 180.000 persone ultrasessantenni e circa 20.000 bambini da 0 a 6 anni: è questo il target da raggiungere e vaccinare, a cui dovrebbero essere sommate le persone a rischio e il personale sanitario. Per quanti di questi l’ASP ha disponibile il vaccino? E quando sarà disponibile? È per queste persone che siamo preoccupati, è la loro salute che ci sta a cuore.

Sono le domande che lo Spi Cgil rivolge alla Regione Basilicata: “Mai come quest’anno è importante che le persone anziane siano sottoposte a vaccinazione antipneumococcica e antinfluenzale per due ordini di motivi: il primo è che la vaccinazione, secondo studi internazionali, stimola il sistema immunitario anche in modo aspecifico e il secondo è che prevenire influenze e polmoniti che potrebbero creare problemi di diagnosi differenziale e di affollamento dei reparti ospedalieri è essenziale in un periodo di pandemia da Covid. A fronte di una regione che vede crescere in modo esponenziale i casi di positività al Covid 19 – nell’ultima settimana 20% di incremento – e dove purtroppo le persone anziane sono quelle che corrono i maggiori rischi, come dimostrato tragicamente dalla morte di cinque ospiti della casa di riposo di Marsicovetere, nulla si muove, se non per provare a smentire dati pubblicati da istituti riconosciuti a livello internazionale”.