15 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Vertenza Aias, sindacati all’attacco dopo i 10 licenziamenti: “Si revochi il servizio”

Vertenza Aias, sindacati all’attacco dopo i 10 licenziamenti: “Si revochi il servizio”

POTENZA – L’Aias inopinatamente sceglie di licenziare 10 tra lavoratrici e lavoratori. Si è chiuso con un mancato accordo il tavolo di raffreddamento presso la Prefettura di Potenza aperto su richiesta di Cgil, Cisl e Uil a seguito dei trasferimenti disposti da Aias nel mese di dicembre. Quattro trasferimenti verso le sedi di Scanzano e Santarcangelo che riguardavano lavoratori e lavoratrici individuati in base a non chiari criteri. “Un tavolo – evidenziano in una nota congiunta i segretari di Fp-Cgil, Uil-Fpl e Cisl-Fp, Scarano, Pisani e Locantore – che ha consentito all’Aias, a seguito delle sollecitazioni dei sindacati confederali, l’apertura di una trattativa con la Regione e l’Asp che aveva portato ad un’offerta transattiva di settecentoventimila euro su vantati crediti pregressi da liquidarsi nel termine di trenta giorni e ad un impegno da parte della Regione e Asp di riconoscere a diverso titolo ulteriori somme per un totale complessivo di un milione di euro circa, il tutto accompagnato dall’ulteriore impegno a porre in essere le condizioni future per garantire un equilibrato rapporto tra prestazioni erogate, spese sostenute, rimborsi riconosciuti”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”