23 May 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Vertenza Liscio, Fit-Cisl sul piede di guerra: “900 mila euro versati dal Cotrab. Ma lavoratori senza salario”

Vertenza Liscio, Fit-Cisl sul piede di guerra: “900 mila euro versati dal Cotrab. Ma lavoratori senza salario”

POTENZA – Non c’è una data già pianificata per inscenare una nuova mobilitazione. Ma in questi giorni la vertenza sarà oggetto di un confronto tra le varie sigle sindacali. E se l’esito del primo incontro in azienda dovesse essere negativo e il successivo passaggio in Prefettura “inutile”, allora lo sciopero, così come previsto dalla legge 146, potrebbe divenire una concreta possibilità. Leonardo Pace, segretario regionale FitCisl e Sebastiano Colucci della segreteria FitCisl hanno partecipato all’ultima puntata di “Caffè di Traverso”, programma d’approfondimento condotto da Mariolina Notargiacomo, per fornire un nuovo aggiornamento sull’annosa vertenza Liscio, strettamente connessa alla situazione che da qualche anno sta vivendo l’intero settore Trasporti. Sono 150 i dipendenti della Srl, che attendono di percepire la 13° mensilità 2018, le mensilità di febbraio, marzo e aprile 2019, oltre ai premi di risultato 2016-2017-2018. Quattro anni di incertezze hanno minato la sicurezza dei lavoratori, abituati a ricevere lo stipendio in maniera tempestiva. Difficoltà che in parte condividono anche le altre aziende consorziate. “Si è passati da un differimento di un mese a un differimento di quattro mesi. La nostra preoccupazione deriva dal fatto che l’azienda Liscio, così come tutte le altre, ha già usufruito delle anticipazioni relative al primo e al secondo trimestre 2019, ma non sappiamo dove sono finiti questi soldi”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo