Vietri di Potenza, sigilli ad una cava

VIETRI DI POTENZA – Gli agenti della polizia locale del Comune di Vietri di Potenza, guidati dal maggiore Domenico Martino, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misura cautelare personale e reale nei confronti di una persona di Vietri di Potenza, M.P. di anni 64, legale rappresentante di un’azienda che si occupa di attività estrattiva sul territorio comunale.

L’uomo – si legge in una nota del Comune di Vietri di Potenza – risulta essere indagato a seguito di alcune indagini avviate nel 2019 dal comando della polizia locale di Vietri di Potenza. A seguito delle risultanze investigative, è stata emessa una ordinanza di applicazione di misura cautelare dal giudice per le indagini preliminari di Potenza, dott. Lucio Setola, che ha accolto la richiesta del pubblico ministero dott.ssa Licia Vivaldi.

All’indagato vengono contestati reati a vario titolo concernenti il patrimonio pubblico, oltre a quello di furto aggravato e invasione di terreni, rispetto alle attività poste in essere dall’azienda di cui è rappresentante legale. Nel dettaglio, la misura cautelare prevede il divieto di raggiungere l’area estrattiva ubicata sul territorio comunale per un raggio di un chilometro e la misura interdittiva del divieto di esercitare l’attività di impresa. Inoltre, sempre su ordinanza della procura della Repubblica di Potenza, e relativamente alle stesse indagini avviate dagli agenti della polizia locale di Vietri di Potenza, gli stessi hanno sottoposto a sequestro preventivo, ai sensi dell’articolo 321 c.p.p., un’area adibita a cava denominata “Cava Pedali”, per un totale di 60 ettari. Tale provvedimento penale segue un’altra diversa ordinanza, seppur di altro procedimento, del tribunale ordinario di Potenza, che nei giorni scorsi accoglieva un ricorso del Comune Vietri di Potenza circa il rilascio dell’area a favore dell’Ente. Si tratta di una delle diverse attività di indagine avviate dal comando della polizia locale di Vietri di Potenza guidato dal maggiore Domenico Martino.