Zone rosse, da stamattina test su mille persone per tre giorni a Moliterno

MOLITERNO – Trecentotrenta test al giorno, mattina e pomeriggio, per capire quante persone hanno sviluppato gli anticorpi perché non positivi al tampone, quante persone invece che non hanno avuto nessun contatto con il virus sono positivi e non presentano anticorpi e quante persone contagiate non hanno ancora sviluppato anticorpi.

Sono le risposte che gli esperti proveranno ad ottenere tramite l’attivazione del progetto di screening regionale, da eseguire nei tre comuni “zona rossa” della Basilicata.

Da oggi si partirà con Moliterno, dove sono state riscontrate sedici positività dall’inizio della pandemia. Dieci soggetti sono però già guariti. Gli esami andranno avanti per tutto il weekend, si svolgeranno all’interno della tenda struttura ubicata accanto al campo sportivo, tra tamponi orofaringei e test sierologici su sangue venoso, come ha spiegato il dottore Domenico Cavaliere, coordinatore del progetto. Nel centro valdagrino sono attesi in mattinata dieci operatori sanitari, che impiegheranno macchinari di processazione rapida. “Questo test, che nella sua interezza credo sia tra i più grossi a livello nazionale – ha affermato l’esperto -, costaterà su circa 1000 persone la presenza di sintomi potenziali attinenti al Covid diciannove”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”