Zone rosse, fondi dal Governo anche ai quattro comuni lucani

POTENZA – Dentro ci sono anche Moliterno, Irsina, Tricarico e Grassano. Le quattro ex zone rosse lucane beneficeranno degli stessi sostegni già promessi ai comuni lombardi e veneti originariamente identificati a rischio focolai e chiusi ai propri confini dal resto dei territori.

E’ quanto si legge nell’articolo 112 del decreto “Rilancio”, che prevede un fondo pari a 200 milioni di euro, non solo per i comuni ricadenti nei territori delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza, ma anche per tutti gli altri comuni italiani dichiarati nei due mesi scorsi zone rosse.

Era stato l’onorevole di Italia Viva Vito De Filippo a farsi portavoce di questa battaglia in Parlamento. “Devo dare atto al governo che e’ stato conseguente. Questo articolo del Decreto legge “Rilancio” – commenta De Filippo – coglie nel pieno l’impegno che ha assunto in parlamento approvando il mio ordine del giorno. I comuni considerati zona rossa anche con provvedimenti regionali fino al 3 maggio, al di là dei più generali interventi che saranno garantiti con il nuovo provvedimento, parteciperanno ad un fondo specifico di 200 milioni di euro. Hanno utilizzato toni poco istituzionali alcuni detrattori noi, insieme, abbiamo vinto una battaglia. Risorse aggiuntive per Moliterno, Irsina, Tricarico e Grassano”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo