Atella, si dimettono sette consiglieri: Comune verso il commissariamento

Comune di Atella: assolti gli ex funzionari

ATELLA – Con una lettera inviata al consiglio comunale, al sindaco, al segretario comune al prefetto della provincia di Potenza, sette rappresentanti dell’amministrazione di Atella hanno rassegnato le proprie dimissioni da consiglieri comunali. Si tratta di Vito Amato, Angelo Petrino, Carmine Ricciardella, Carmela Maria Caldararo, Vincenzo Carlucci, Maurizio Mesce e Angelo Salvatore Carriero. Proprio quest’ultimo, il 25 aprile scorso, si era dimesso dalla carica di assessore motivando la sua decisione sostenendo di non condividere le scelte strategiche e la modalità ritenuta unilaterale della loro adozione.

Comune di Atella: assolti gli ex funzionari

A questo punto il prefetto della provincia di Potenza, Michele Campanaro, con ogni probabilità, procederà alla nomina di un commissario straordinario per il comune di Atella. È durata, dunque, solo un anno l’esperienza amministrativa del sindaco Giuseppe Telesca che era stato eletto dopo la consultazione elettorale del 14 e 15 maggio 2023. L’anno scorso era stata una lista civica di area di centrosinistra ad aggiudicarsi la contesa elettorale ma già solo 5 mesi dopo i consiglieri Amato, Ricciardella e Petrino, con la costituzione del Gruppo Atella Futura, davano i primi segnali di uno scricchiolio politico divenuto oggi crisi conclamata. Ad aprile scorso proprio Ricciardella e Petrino avevano dato seguito a questo malcontento votando no all’approvazione del bilancio comunale. In quell’occasione era stato il consigliere di minoranza Di Biase, con la sua astensione, a salvare la giunta Telesca che però segnava inevitabilmente il passo verso una crisi irreversibile. Le voci di corridoio che davano l’ingresso in maggioranza del consigliere Di Biase hanno sicuramente alimentato i venti di crisi per una delle più brevi esperienze amministrative del comune della valle di Vitalba.